Relazioni tra la data della Pasqua ebraica, della Pasqua cattolica e della Pasqua ortodossa

Dopo aver visto, nelle pagine precedenti, come si calcola la data della Pasqua cattolica, accenniamo ora alla data della Pasqua ebraica e della Pasqua ortodossa e a come si relazionano fra di loro.

La Pasqua ebraica viene celebrata dal tramonto del giorno 14 del mese di Nisan del calendario ebraico e per i successivi otto giorni. Il mese di Nisan cade sempre in primavera, in base ai metodi di calcolo del calendario stabiliti da Mosè Maimonide nel XII secolo. Poiché il primo giorno di ogni mese ebraico coincide con il novilunio, tra il 14 e il 15 di Nisan avviene il plenilunio, generalmente la prima luna piena di primavera.

Dalla data della Pasqua ebraica è derivata la data della Pasqua cristiana, in quanto il giorno in cui morì Gesù (Venerdì Santo) era il giorno al tramonto del quale aveva inizio la Pasqua ebraica, e dunque il giorno della Resurrezione doveva essere la domenica successiva al 14 di Nisan. Per questo il primo Concilio di Nicea (325 d.C.) stabilì che la Pasqua dovesse essere celebrata la domenica successiva al primo plenilunio di primavera.

La Pasqua ortodossa segue la stessa regola generale della Pasqua cattolica (prima domenica dopo il primo plenilunio di primavera), ma si basa sul calendario giuliano anziché sul calendario gregoriano, perché quasi tutte le chiese ortodosse non hanno recepito la riforma del calendario di papa Gregorio XIII del 1582. Questo comporta due differenze di calcolo: la prima, per il fatto che il calendario giuliano è tredici giorni più arretrato rispetto a quello gregoriano; la seconda, perché l'epatta viene calcolata con la vecchia formula, precedente alla riforma del 1582. Questo fa 'sì che a volte le due date di Pasqua cattolica e ortodossa coincidano e altre volte no.

La formula per l'epatta da utilizzare per il calcolo della Pasqua cattolica è uguale a:

epatta valida per il calcolo della Pasqua ortodossa + equazione lunare - giorni tolti dalla riforma gregoriana.

Per il periodo che va dal 1900 al 2199 la formula diventa uguale a:

epatta valida per il calcolo della Pasqua ortodossa + 4 - 13 = epatta valida per il calcolo della Pasqua ortodossa - 9.

Poiché il numero di giorni tolti dalla riforma gregoriana è sempre maggiore del numero dell'equazione lunare, l'epatta per il calcolo della Pasqua cattolica è sempre un numero minore rispetto all'epatta per il calcolo della Pasqua ortodossa.

Per calcolare la data di marzo del novilunio si esegue la sottrazione: 30 - epatta; da ciò ne consegue che la data del novilunio secondo l'algoritmo per la Pasqua ortodossa sarebbe sempre precedente rispetto alla data del novilunio ricavata per il calcolo della Pasqua cattolica; dunque il plenilunio secondo il calcolo ortodosso sarebbe precedente a quello secondo il calcolo cattolico; la domenica successiva, data di Pasqua ortodossa, potrebbe essere uguale o precedente a quella cattolica.
Ma il calendario ortodosso è quello giuliano, il quale è 13 giorni in ritardo rispetto al calendario gregoriano. Questo fa scivolare in avanti la data del novilunio per la Pasqua ortodossa di 13 giorni, che è un numero sempre superiore a quello dei giorni di anticipo dovuti alla diversa epatta. Per il periodo 1900-2199, la data del novilunio ortodosso rimane sempre 13 - 9 = 4 giorni dopo quella del novilunio cattolico.
Gli anni in cui la differenza tra la data di Pasqua cattolica e ortodossa non è inferiore o uguale a una settimana ma molto di più, avviene perché il plenilunio ortodosso cade nel periodo tra il 21 marzo e il 2 aprile, periodo in cui, secondo il calendario giuliano, non ancora primavera, per cui la data si sposta a 30 giorni dopo.

Ad esempio, se il 26 marzo fosse sabato e fosse plenilunio, per la Chiesa cattolica sarebbe Pasqua il 27 marzo. Per le chiese ortodosse, invece, in realtà il 26 marzo il 13 marzo e dunque ancora inverno; dunque il plenilunio pasquale sarebbe un mese dopo, il 12 aprile del calendario giuliano, ovvero il 25 aprile, e la Pasqua la domenica successiva. Per questa ragione la Pasqua ortodossa può cadere anche in maggio.

Per ottenere le date della Pasqua cattolica e ortodossa utilizza la pagina Date di Pasqua cattolica e ortodossa dal 326 al 4099.


Per approfondimenti sulla Pasqua ebraica vedi la voce Pesach di Wikipedia.


Il calendario Il calendario
Autore: Eugenio Songia
Informativa sulla privacy
Data creazione: 13/6/2020